>

Fascicolo 1, Marzo 2020


«Vogliamo riferirvi la storia / di un viaggio compiuto / da uno sfruttatore e da due sfruttati.
Osservatene bene il contegno. / Trovatelo strano, anche se consueto, / inspiegabile, pur se quotidiano, / indecifrabile, pure se è regola. /
Anche il minimo atto, in apparenza semplice, / osservatelo con diffidenza! Investigate se / specialmente l’usuale sia necessario.
E – vi preghiamo – quello che succede ogni giorno / non trovatelo naturale. / Di nulla sia detto: è naturale in questi tempi di sanguinoso smarrimento, / ordinato disordine, pianificato arbitrio, / disumana umanità, /cosi che nulla valga / come cosa immutabile».

(Bertolt Brecht, da: «L’eccezione e la regola», Einaudi, 1970)

Editoriale

A un anno dai decreti sicurezza: eppur (qualcosa) si muove?

Lo scorcio a cavallo fra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 ci consegna un quadro politico-istituzionale quanto mai complesso e variegato anche in relazione ai temi che, oramai da più di vent’anni, interessano le pagine di questa Rivista.
Il governo Conte II, in carica dallo scorso 5 settembre e sorretto da un’inedita maggioranza M5S-PD, non ha sinora direttamente toccato il diritto dell’immigrazione e dell’asilo né, in particolare, i due decreti sicurezza prodotti dal governo Conte I

Rassegna di giurisprudenza europea

Corte europea dei diritti umani (a cura di Marco Balboni e Carmelo Danisi)

Corte di giustizia dell'Unione europea (a cura di Marco Borraccetti e Federico Ferri)

 

Corte europea dei diritti umani

Art. 3: Divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti
Nel periodo in esame, la Corte Edu si è pronunciata su due diversi profili riguardanti l’art. 3 Cedu, relativo al divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti, talora anche congiuntamente all’art. 2 Cedu, relativo al diritto alla vita:

Rassegna di giurisprudenza italiana: Allontanamento e trattenimento

ESPULSIONI
Misure alternative al trattenimento
Nel fascicolo n. 3/2018 avevamo dato atto che la Corte di cassazione – con due ordinanze interlocutorie del 7.9.2018 – aveva sollevato questione di legittimità costituzionale dell’art. 14, co. 1-bis, d.lgs. 286/98, che disciplina le misure alternative al trattenimento, disposte dal questore nei confronti di straniero espellendo titolare di passaporto in corso di validità, nella parte in cui non prevede che il giudizio di convalida della misura dell’obbligo di presentazione agli uffici di pubblica sicurezza in determinati giorni si svolga in udienza,

Ammissione e soggiorno

Permesso di soggiorno per lavoro autonomo e diritto al rinnovo per attesa occupazione
Con sentenza n. 6249/2019 il Consiglio di Stato ha esaminato l’appello proposto da un cittadino straniero, da anni regolarmente soggiornante, a cui il questore aveva rifiutato il rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro autonomo per asserita insufficienza reddituale per gli anni di validità del titolo. Provvedimento confermato dal Tar Liguria, avverso il quale è stata, dunque, proposta impugnazione di 2^ grado.

Asilo e protezione internazionale

LO STATUS DI RIFUGIATO

Appartenenza ad un particolare gruppo sociale
La discriminazione per l’appartenenza ad un determinato gruppo sociale (nel caso in esame l’orientamento sessuale del ricorrente, cittadino del Senegal) comporta, nella decisione del 27.11.2019 del Tribunale di Brescia , il riconoscimento dello status di rifugiato. Con particolare riferimento alla valutazione di credibilità, effettuata in seguito alla rinnovazione dell’audizione orale da parte del Tribunale,

Non discriminazione

Si segnala anzitutto la pronuncia della Corte costituzionale 5.12.2019, n. 254 che, accogliendo le eccezioni sollevate dal Tar Lombardia in materia di localizzazione dei luoghi di culto introdotte dalla legge regionale della Lombardia n. 2 del 2015, ha rilevato che le stesse, ponendo ostacoli alla programmazione delle attrezzature religiose da parte dei Comuni, determinavano una forte compressione della libertà religiosa,

Cittadinanza e apolidia

Il panorama della giurisprudenza italiana in tema di cittadinanza nel periodo qui considerato (settembre-dicembre 2019) mostra alcuni aspetti rilevanti. Oltre a due nuove sentenze sul riparto della giurisdizione, è stata emessa una interessante pronuncia sull’equiparazione del rifugiato allo straniero titolare di protezione sussidiaria ai fini dell’esonero di quest’ultimo dalla produzione dei documenti necessari per l’istanza, da richiedere alle proprie autorità nazionali.

Famiglia e minori

FAMIGLIA
Tribunale territorialmente competente in caso di impugnazione del diniego di visto per ricongiungimento familiare
Con ordinanza del 17.11.2017, il Tribunale di Ferrara si dichiarava incompetente a conoscere dell’impugnazione di un diniego di visto per ricongiungimento familiare, indicando la competenza del Tribunale di Roma. Il procedimento veniva riassunto avanti tale Tribunale,

Osservatorio europeo

Atti di indirizzo

Nomina della nuova Commissione europea. Con voto del 27 novembre 2019 il Parlamento europeo ha dato la sua approvazione alla nomina del Presidente della Commissione, dell’Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, e degli altri membri della Commissione.

Osservatorio italiano

Rassegna delle leggi, dei regolamenti e dei decreti statali

 

Il decreto sui Paesi di origine sicuri. I profili di illegittimità e le osservazioni critiche dell’ASGI
Con decreto del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale 4.10.2019 pubblicato in G.U. del 7 ottobre 2019) si individuano i Paesi di origine sicuri, ai sensi dell’art. 2-bis, d.lgs. 28.12.2008, n. 25, introdotto col d.l. n. 113/2018.
Si tratta di Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Capo Verde, Ghana, Kosovo, Macedonia del Nord, Marocco, Montenegro, Senegal, Serbia, Tunisia e Ucraina.
L’elenco potrà subire ulteriori modifiche.

Recensioni e materiali di ricerca

Segnalazioni bibliografiche

Albanese A., L'accesso degli stranieri al lavoro nella pubblica amministrazione e l'adeguamento (solo giurisprudenziale) alla disciplina europea, in www.questionegiustizia.it, sez. Diritti senza confine, 19 settembre 2019.

Ammirati A., Massimi A., Zone di transito internazionali degli aeroporti: zone grigie del diritto. Un commento critico a prospettive e prassi attuate dalla pubblica amministrazione, in www.questionegiustizia.it sez. Diritti senza confini 9 dicembre 2019. 

Cerca nel sito

Rubrica di Questione Giustizia & Diritto, Immigrazione e Cittadinanza

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
Please wait

Con il contributo di

Sito realizzato con il contributo della Fondazione "Carlo Maria Verardi"

© 2017-2019 Diritto, Immigrazione e Cittadinanza. Tutti i diritti riservati. ISSN 1972-4799
via delle Pandette 35, 50127 Firenze