>

Archivio saggi e commenti

Violenza domestica e stupro coniugale nelle leggi di Bangladesh, Egitto, Marocco e Pakistan

di Deborah Scolart

Abstract: Il concetto di reato culturalmente orientato evidenzia la diversa concezione dell’illiceità di una data condotta. Ciò avviene soprattutto con riferimento ad alcune tipologie di reato, e in particolare la violenza domestica e lo stupro coniugale, rispetto alle quali non di rado l’imputato straniero di origine musulmana tenta di giustificarsi adducendo presunti diritti che gli vengono riconosciuti dalla šarīʿa. Bangladesh, Egitto, Marocco e Pakistan sono i Paesi di origine delle maggiori comunità musulmane in Italia; è quindi interessante vedere se e come queste condotte sono regolate dalle leggi locali, al fine di capire quanto ci sia di fondato in questa pretesa giustificazione giuridico-religiosa della violenza contro le donne.

Abstract: The concept of cultural defence highlights the different understanding on the unlawfulness of a conduct. This is the case of domestic violence and marital rape that are somehow justified under Islamic law by those who commit these crimes. Bangladesh, Egypt, Morocco and Pakistan are countries of origin of the biggest Muslim communities in Italy; it is therefore necessary to verify if and how these conducts are regulated by local laws, in order to understand how well-founded is the alleged legal-religious justification of violence against women.

Cerca nel sito

Rubrica di Questione Giustizia & Diritto, Immigrazione e Cittadinanza

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
Please wait

Sito realizzato con il contributo della Fondazione "Carlo Maria Verardi"

© 2017-2021 Diritto, Immigrazione e Cittadinanza. Tutti i diritti riservati. ISSN 1972-4799
via delle Pandette 35, 50127 Firenze